antibatterico coronavirus

monitoraggio

Antibatterico coronavirus

Le disposizioni ministeriali sui prodotti di sanificazione sono chiare e le aziende in Italia normalmente hanno prodotti a sufficienza, ma è difficile gestire le emergenze sanitarie come e le richieste specifiche di antibatterico coronavirus.
Tantissime tipologie di esercizi pubblici sono coinvolti nella gestione della sanificazione: bar, ristoranti, mercati, scuole, centri commerciali, aeroporti, stazioni ferroviarie, porti, metropolitane, centri congressuali…

Una enormità di richieste stanno mettendo a dura prova sia le aziende produttrici di sanificanti sia le aziende distributrici. Succede che chi è stato più attento alla evolversi delle criticità ha a disposizione prodotto in eccesso nella propria impresa, superiore al fabbisogno, altri invece non riescono ad essere riforniti.

In alcune zone d’Italia la lista di prodotti conformi alle direttive per gli esercenti commerciali è esaurita. La gestione dell’esercizio pubblico oltre che pericolosa risulta anche imbarazzante, oltretutto non è lab_analisipossibile razionare il prodotto sanificante.
L’allarmismo ci porta a considerare anche piccole “soluzioni aggiuntive” a supporto di quelle legali nella gestione della sanificazione e per il continuo di un lavoro che diventa pericoloso per la propria salute oltre che per quella pubblica. Ogni conoscenza suppletiva è fondamentale per aiutare le aziende ad organizzare le procedure di sanificazione…

Se non trovate i gel antibatterici, non comprate quelli su Amazon a 400 euro, va bene anche l’alcol denaturato comune”. E’ il consiglio del virologo Roberto Burioni – “Lavatevi le mani. Spesso, anzi spessissimo. Va bene il sapone comune, non serve quello antibatterico. E se non trovate i gel, usate l’alcol normalissimo. Non ha buon odore, ma funziona”, raccomanda.
 

Antibatterico coronavirus, pulizia di ambienti non sanitari

Tutte le operazioni di pulizia descritte successivamente devono essere condotte da personale che indossa DPI, stanze, uffici pubblici, mezzi di trasporto, scuole e altri ambienti non sanitari devono essere sottoposti a completa pulizia con acqua e detergenti comuni prima di essere nuovamente utilizzati. Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di ipoclorito di sodio 0,1% dopo pulizia. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio (comunemente… candeggina), utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con un detergente neutro.

Antibatterico coronavirus, misure preventive per l’igiene delle mani

La corretta applicazione di misure preventive, quali l’igiene delle mani, può ridurre il rischio di infezione.
Si raccomanda pertanto di addizionare posizionare per tutto il personale appositi distributori di gel alcolici con una concentrazione di alcol al 60-85%, in tutti i casi una buona dose di  gocce di olio essenziale di bergamotto ( riconosciuto antivirale – minimo 5/6 gocce per 100 gr. ), può essere fondamentale.

Confidiamo nella calma e nelle attente esecuzioni delle disposizioni ministeriali per superare questo momento di crisi. In ogni modo gli Uffici Tecnici delle ASL di competenza saranno lieti di consigliare ogni esercente al meglio, per la propria ed altrui salute.