Igienisti nei locali pubblici

Igienisti nei locali pubblici

Negli anni scorsi una serie di allarmi sulla salute pubblica ha interessato tutti gli esercenti della ristorazione dell’agroalimentare in genere. Ricordiamo l’aviaria o l’influenza suina tra gli allarmi degli ultimi tempi. Questi allarmi hanno cambiato gli atteggiamenti ed alzato la soglia di attenzione facendoci diventare tutti un poco se n on tanto più igienisti nei locali pubblici, ha cambiato il comportamento rispetto all’igiene non soltanto dei clienti ma anche degli operatori del settore.

Tra i clienti al ristorante ad esempio nell’ultimo decennio l’attenzione all’igiene è salita dell’82%, sempre rispetto a dieci anno fa, il 70% in più è preoccupato, considera possibile una intossicazione.

Soglia di attenzione e applicazione del pacchetto igiene.

Con i numeri espressi, la crescita nei dieci anni è esponenziale e ravvisa una forma di trend che non accenna a rallentare, i clienti igienisti nei locali necessitano un più frequente lavaggio di mani, puntualizzano o comunque notano la presenza nei bagni di sapone antibatterico. L’igiene al ristorante e per ciò che è legato al cibo rappresenta nei pensieri dei clienti un importante fattore critico e decisivo.

Tra i clienti dell’Istituto Jager che da assistenza specialistica per l’applicazione dell’HACCP, la quasi totalità degli esercenti ed operatori della ristorazione negli ultimi anni ha preso coscienza ed abbraccia le problematiche dell’igiene e le aspettative dei clienti. Merito della formazione e anche dei controlli ufficiali. L’applicazione e la corretta applicazione del manuale HACCP, dicono nell’Istituto, è il requisito minimo per il rispetto dell’igiene nei locali accresce la conoscenza e le aspettative dei clienti che per quanto appaiono distratti, in verità sono molto attenti, del resto le cifre esposte in precedenza indicano tale direzione.

La normativa, le azioni e l’etica per l’igiene.

Da parte sua la normativa HACCP è molto precisa sulle regole da rispettare per la manipolazione ed il trattamento del cibo, il personale di servizio e l’ambiente. ma chiunque  somministri cibo e bevande si deve assumere la responsabilità dei propri ospiti e del loro personale, non solo per attenersi ai dispositivi di legge, ma anche per una necessità etica. I ristoranti come tutti gli esercizi pubblici devono prima di tutto dimostrare ai propri clienti che la salute e la sicurezza sono una priorità, l’igiene dei locali e la salubrità dei prodotti offerti non sono il alcun modo in discussione.