Settore disinfestazione

Settore disinfestazione.

L’Istituto JAGER opera con sicurezza e professionalità in ogni tipologia di ambiente pubblico e privato.

  • scuole
  • ospedali
  • case di riposo
  • aziende alimentari
  • ristorazione
  • mense
  • bar
  • alberghi
  • uffici
  • locali industriali
  • abitazioni private
  • condomini
  • centri commerciali

L’Istituto JAGER pratica:

  • Disinfestazioni
  • Derattizzazioni
  • Disinfezioni
  • Diserbi
  • Sanificazioni e bonifiche
  • Allontanamento piccioni
  • Protocolli rischio e sanificazione da legionella
  • Protocolli di intervento settore alimentare HACCP

Settore disinfestazione – istituto JAGER – Via Venezia, 1  89040 Monasterace – tel 334 8002030

info@asmedia.it

 

Legionella, obblighi per le aziende

Legionella, l’aspetto igienico sanitario per gli operatori turistici e studi medici.

Obblighi per il controllo nel pubblico e privato del batterio della legionella.

La valutazione del rischio da legionella e il monitoraggio sono una necessità per ogni organizzazione dove transitano clienti e pazienti. Le linee guida dell’ISS del 2015, ma anche la Conferenza Stato- Regioni obbligano al controllo delle contaminazioni microbiche sia nelle strutture pubbliche che in quelle private. Attraverso l’Istituto JAGER si ha possibilità di procedere alla realizzazione di un piano di intervento, monitoraggio e Valutazione del rischio Legionella in azienda.

La documentazione obbligatoria per la prevenzione e rischio della legionella in azienda.

La documentazione predisposta dal nostro Ente contiene diversi parametri.

  • Indicazione del responsabile per la gestione del rischio
  • la Valutazione del Rischio, la analisi ed i punti critici ai fini del controllo della Legionella
  • la mappa delle rete idrica
  • Le modalità di gestione dell’eventuale rischio rivelato e le misure di intervento e correttive
  • Il registro degli interventi
  • la Formazione ed Informazione dei lavoratori e soggetti coinvolti nella gestione

L’Istituto JAGER mette a disposizione tecnici ed operatori per scagionare il rischio legionella. Ulteriori informazioni alla pagina controllo e sanificazione della legionella

Istituto JAGER per la bonifica da legionellosi

MONITORAGGIO ED ANALISI

L’Istituto JAGER effettua il monitoraggio dettagliato dell’attività svolta per garantire l’efficacia del trattamento effettuato, il campionamento ed analisi microbiologiche per verificare l’efficacia dell’avvenuta sanitizzazione dell’ impianto idrico.

Operiamo prevalentemente in Calabria, Sicilia, Basilicata, Campania e Puglia, il nostro intervento di bonifica è con agenti professionali, se necessario, effettuiamo anche shock chimico finalizzato alla eliminazione del biofilm e degli agenti contaminanti.
Gli interventi di sanificazione proposti rispettano la normativa vigente e le Linee guida per la prevenzione e controllo della Legionellosi.

Responsabile della Protezione dei Dati

Con il GDPR tutte le p.a. ed altre migliaia di imprese che ricadono nelle previsioni dell’art. 37 del Regolamento UE devono avere di un “Responsabile della Protezione dei Dati“.

Inoltre, per adeguarsi alle nuove regole sono sempre più ricercati anche consulenti esperti della materia.

L’Istituto Jager ed Esigea formano i professionisti su specifiche competenze in materia di protezione dei dati personali.

DPO/Privacy Officier – Adriano Scrivo – 3348002030

CONTROLLI SULLA PRIVACY

CONTROLLI SULLA PRIVACY: CHI EFFETTUA LE ISPEZIONI, QUALI SANZIONI E COSA VIENE CONTROLLATO
Il 25 maggio è entrato in vigore il Regolamento UE 679 del 2016 che stabilisce i requisiti da rispettare per le gestione dei dati personali. Dopo una forma di proroga sui controlli di otto mesi, in Gennaio 2019 scatteranno i primi controlli.
Per quanto riguarda le verifiche ispettive da parte degli organi di controllo preposti, di seguito un elenco di cosa sarà oggetto di ispezione. Innanzitutto ricordiamo che tra gli enti preposti alle verifiche troviamo l’Autorità Garante per la Privacy e la Guardia di Finanza che ha sottoscritto un protocollo d’intesa proprio con il Garante.

I controlli sulla Privacy, le verifiche ispettive.Le verifiche avranno come oggetto:

  • Il registro trattamento dati;
  • Obbligo nomina del DPO (se obbligatoria);
  • Acquisizione del programma formativo, le dispense, i materiali erogati, il test finale;
  • Analisi del profilo delle istruzioni agli incaricati al trattamento connesse all’accesso, alla consultazione delle banche dati, i livelli di autorizzazione e policy aziendali (ad esempio in materia di password aziendali e di videosorveglianza);
  • Analisi delle misure organizzative e di protezione adottate;
  • Controlli sulle misure previste in caso di data breach (da intendere non come situazioni estreme ma come tutti quei casi di perdita accidentale e occasionale di dati, come il furto di un pc, di un hardisk e via di seguito) o in caso di valutazione di impatto.
  • Sanzioni – Sarà il Garante a decidere l’entità delle sanzioni, in base agli elementi raccolti durante la fase ispettiva della Guardia di finanza. Il Garante, secondo l’art. 83 del Regolamento, garantirà inoltre che essa sia effettiva, proporzionata e dissuasiva.

Maggiori informazioni presso i nostri uffici in Via Venezia, 1 a Monasterace (RC).

Gli “indirizzi” del Garante al GDPR in Settembre 2018
Gli “indirizzi” di applicazione al GDPR in Gennaio 2019

Potete contattarci al 3348002030 o alla nostra mail.

Gli agenti chimici nella sicurezza sul lavoro

Gli agenti chimici nella sicurezza sul lavoro.

Il tema è interessantissimo tanto che l’INAIL ha provveduto a pubblicare degli opuscoli destinati a tutti gli operatori della sicurezza sul lavoro.

Una guida/opuscolo quella dell’INAIL dove nella prima parte illustra i rischi, le fonti di provenienza e gli ambienti potenzialmente esposti, la valutazione e la prevenzione. Nella seconda parte spiega i due regolamenti e le Schede dati di sicurezza.

Istruzioni sulla guida agli agenti chimici e alle sostanze pericolose nella sicurezza sul lavoro

Particolarmente completa la prima parte essa contiene, sotto forma di brevi istruzioni, una sintesi delle principali misure di prevenzione ed igieniche da seguire nella manipolazione, stoccaggio e smaltimento degli agenti chimici pericolosi e nella gestione dei DPI.

Ciascuna istruzione è accompagnata da un breve commento che cerca di sintetizzare in maniera simpaticamente sfumata le motivazioni per le quali è necessario tenere un corretto comportamento.
Le aree tematiche affrontate sono le seguenti:
• Etichettatura
• Schede dati di sicurezza
• Modalità operative
• Misure di protezione collettiva
• DPI
• Stoccaggio
• Procedure di emergenza
• Igiene del Lavoro
• Informazione e Formazione
• Segnaletica di sicurezza
• Rifiuti

Ecco i nostri link per poter scaricare gratuitamente gli opuscoli:
Agenti chimici http://www.pacchettoigiene.it/Agenti%20chimici-inail-2018.pdf
Sostanze pericolose http://www.pacchettoigiene.it/agenti-chimici-Schede%20sostanze_pericolose inail-2018.pdf

Corsi di formazione

L’Istituto JAGER ha in sede permanente aperto una sessione di corsi per i titolari e dipendenti di aziende.

Corsi di formazione in sede e in azienda richiedente.

Tutti i corsi di formazione si possono effettuare presso la nostra sede e in azienda richiedente.

I corsi di formazione riguardano le seguenti tematiche:

Normativa HACCP
Normativa sulla sicurezza sul  lavoro
Normativa sulla Privacy – compreso il GDPR
Normativa sul benessere animale
Normativa UNI ISO e sistemi di qualità tutti.

Contattateci senza impegno per un preventivo sui corsi di formazione.
info@asmedia.it
0964732888 – 3348002030

 

Privacy, GDPR in Calabria, Sicilia, Basilicata, Campania, Puglia

Privacy, GDPR in Calabria, Sicilia, Basilicata, Campania, Puglia, l’Istituto JAGER.

La scadenza agli adeguamenti alla privacy, 25 maggio 2018 è oramai prossima, si è rafforzato l’obbligo giuridico per le imprese di proteggere i dati personali dei propri clienti e dipendenti.

Applicare il nuovo regolamento è d’obbligo per gli Enti e Aziende dell’Unione Europea, in alcuni casi bisogna anche nominare un responsabile – RPD, ed applicare la Valutazione d’impatto – PIA
L’Istituto JAGER offre consulenza e formazione, in alcuni casi può fornire anche e per come prevede la normativa la nomina del responsabile con un contratto di servizi.

Vediamo ancora in sintesi come procedere col GDPR:

  • Il testo del regolamento ue 2016/679 abroga la direttiva la Direttiva 95/46/Ce in materia di protezione dei dati personali /privacy, con nuovo regolamento :
    – si introducono regole più chiare su informativa e consenso;
    – Vengono definiti i limiti al trattamento automatizzato dei dati personali;
    – Poste le basi per l’esercizio di nuovi diritti;
    – Stabiliti criteri rigorosi per il trasferimento degli stessi al di fuori dell’UE;
    – Fissate norme rigorose per i casi di violazione dei dati (data breach).

L’applicabilità e le sanzioni in caso di inosservanza

Il regolamento deve essere in atto già dal 25/05/2018, le norme si applicano anche alle imprese situate fuori dalla Unione Europea che offrono servizi o prodotti in UE. Tutte le aziende, ovunque stabilite, dovranno quindi rispettare le nuove regole.

Aziende ed Enti avranno più responsabilità e caso di inosservanza delle regole rischiano pesanti sanzioni, fino a 20 milioni o il 4% del fatturato.

Il contributo dell’Istituto JAGER consulenze per:

    • Offerta di consulenza sul nuovo GDPR
    • Formulazione delle deleghe e lettere di incarico per il trattamento dei dati
    • Formazione sulla privacy
    • modelli di informative sul trattamento dei dati personali
    • Verifica conformità software ed hardware
    • Analisi delle misure di protezione dei dati contro le frodi informatiche
    • D. Lgs. 231/2001 e Responsabilità Privacy
    • Assunzione incarico OFFICER PRIVACY
    • Audit per la verifica e adeguamento alla Privacy

    Informazioni e contatti 0964 732888 o info@asmedia.it

Le nuove disposizioni Privacy 2018

Le nuove disposizioni Privacy 2018, articolo chiaro nelle intenzioni.

In Italia se ne parla solo adesso (come al solito, quando la pasta è sulla tavola),  ma la nuova disciplina sulla privacy è stata emanata nel maggio 2016. Questo nuovo regolamento non da possibilità di interazione nel singolo stato, si procede così come emanato e tanto meno sono previste proroghe. Per cui ad oggi ci troviamo a srotolare una matassa di obblighi a tutela della sicurezza dei dati negli Enti e nelle aziende e aggiungiamo anche nelle partite IVA.

Alcune categorie come medici, studi di medicina, ingegneri, avvocati, architetti, liberi professionisti sono avvisati, si deve essere in regola dal 25/05/2018, praticamente da subito. La nuova normativa non cancella le vecchia ma ne implementa la funzionalità con un aspetto diretto alla protezione dei dati.

Le nuove disposizioni Privacy 2018 e il GDPR già DPS

Per chi ha negli anni scorsi pensato di adottare un Documento di Protezione dei Dati (DPS) deve tener conto che adesso non basta più, il nuovo documento necessario è il GDPR. Nel GDPR ci sono le indicazioni di come la Vostra azienda è esposta al trattenimento dei dati, le azioni e misure correttive. Il GDPR è una sorta di impegno e fotocopia di come vengono trattai i dati personali. General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679, è un regolamento con il quale la Commissione europea intende rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini dell’Unione europea e dei residenti.

Le nuove disposizioni Privacy 2018, il DPO e/o RDP

Una scheda del garante del 5 aprile del 2017 aggiorna le linee guida del regolamento (UE) 2016/679 sotto l’aspetto del ruolo di una nuova figura, il DPO o RPD una sorta di supervisore e agente della qualità aziendale in materia di Sicurezza dei Dati. Il soggetto in questione deve avere una adeguata conoscenza della Legge e deve essere in grado di operare senza l’avallo del titolare in azienda e anche se necessario col Garante. Si consiglia l’utilizzo di un soggetto terzo a servizio, l’Istituto JAGER potrebbe essere una soluzione.

Le nuove disposizioni Privacy 2018, la formazione.

Il nuovo regolamento non prevede che l’ente formatore e ne il soggetto da formare abbiano dei titoli particolari, è chiaro che chi forma e chi deve essere formato abbiano l’ABC di cosa stiamo discutendo e che il formatore sopratutto arrivi fino alla Z per potervi garantire sicurezza. Per cui il nostro Istituto, può esservi utile per la formazione, la facciamo anche in azienda, presso la vostra.

Le nuove disposizioni Privacy 2018, state calmi ma non troppo.

Se siete arrivati a questo punto dell’articolo vuol dire che avete interesse a capire e forse a mettervi in regola, magari con la nostra consulenza.

1- Quindi se avete l’intenzione di fare chiarezza in questo campo chiamateci per un contatto senza impegno allo 0964 732888, non scriveteci, in questo periodo siamo intenti a produrre GDPR – Che roba è?

2 – La normativa ci regala nuove definizioni come la pseudonimizzazione, e nuovi compiti ce la faremo a capirli, ma le applicazioni in azienda e nei siti web quelli ci dobbiamo mettere di impegno. La brexit è stata avviata, ma in Europa si continua produrre documenti che sono in inglese, a parte l’Irlanda di veri anglosassoni ne abbiamo pochini tra i cittadini UE. Alcuni termini non sono proprio da tradurre letteralmente, ma la maggiore difficoltà ci risulta quella di assemblare e dare ordine questi nuovi termini nell’espletazione del titolare di azienda nei confronti del GDRP che significa General Data Protection Regulation. Chiaro.

3- La normativa impone anche un registro di trattamento dei dati, un obbligo periodico con tanti bei nuovi moduli per trattare il dato e comunicare col garante. Nuovo anche l’apparato sanzionatorio, questo lo sapete che salatissimo, nuova anche la sanzione in percentuale (max 4%) del fatturato annuo dell’esercizio precedente.

General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679

Tutti i soggetti interessati avevano 2 anni, ad oggi solo 2 settimane per mettersi in regola e con data certa.

info 0964732888

3348002030

 

 

 

 

Manuale HACCP Agriturismo

Manuale autocontrollo per Agriturismi (HACCP)

L’autocontrollo alimentare in un Agriturismo riguarda sia la sicurezza igienica con la quale vengono serviti e offerti gli alimenti, sia le modalità con le quali gli stessi alimenti vengono raccolti, conservati, trattati.

L’Agriturismo vende ai propri clienti prodotti, alimenti e bevande coltivati autonomamente sul proprio territorio. Ovviamente ogni Agriturismo dispone abitualmente di alimenti non direttamente prodotti in loco, che acquista da fornitori locali, ma la disciplina nazionale dell’agriturismo stabilisce che la produzione e coltivazione dei prodotti proposti ai clienti deve essere prevalentemente interna.

Secondo la normativa nazionale un agriturismo è caratterizzato dallo svolgimento delle seguenti attività

  • fornire un numero di pasti limitato, in un lasso limitato di tempo;
  • utilizzare materie prime di origine aziendale, o reperite in aziende agricole e agroalimentari locali;
  • preparare conserve vegetali con prodotti aziendali.

Queste caratteristiche obbligano il responsabile di un Agriturismo a redigere un manuale HACCP per operare nel pieno rispetto della normativa europea in termini di sicurezza alimentare e autocontrollo del rischio.

Ogni fase dell’attività di un Agriturismo deve essere controllata. Il responsabile dell’Agriturismo deve vigilare durante la trasformazione, la  preparazione, il confezionamento, il  deposito, la  vendita e la somministrazione  degli alimenti. Questo controllo deve avvenire sia per i prodotti direttamente prelevati nella propria azienda, sia per i restanti prodotti acquistati da fornitori.

Oltre a quanto previsto dalla metodologia di autocontrollo HACCP, si rende necessario verificare la potabilità dell’acqua, controllare gli impianti di conservazione e le forniture di derrate, disinfestare e derattizzare gli ambienti, pulire e igienizzare, provvedere alla corretta formazione del personale che opera in azienda.

La contaminazione microbiotica può avvenire in qualsiasi momento se non si tengono in considerazione le misure di tutela e di autocontrollo del rischio.